Vivere in America
sanità in america

Vivere in America: L’assicurazione medica e sanità



Uno dei punti dolenti degli europei che decidono di vivere in America è sicuramente la questione sanità e assicurazione medica.

In America come molti sapranno non c’è un sistema di mutua come in italia dove un residente si può recare in ospedale o dal dottore e non è obbligato a pagare nulla. In USA, la questione è ben diversa, in quanto, quando una persona ha bisogno di cure mediche deve pagare di tasca sua o esibire una assicurazione medica.

Prima di addentrarci nei meandri della sanità americana sfatiamo subito un mito: qualsiasi persona che subisce un incidente o si sente male viene aiutata e/o portata in ospedale anche se è incosciente e non può dimostrare di avere l’assicurazione medica o denaro per pagarsi le spese. Poi successivamente gli/le verrà recapitato a casa il conto, ragion per cui una assicurazione medica è assolutamente indispensabile.

La sanità prima dell’amministrazione Obama

Le assicurazioni mediche prima dell’amministrazione Obama erano facoltative, ma in caso di patologie gravi, incidenti, trapianti i costi per le cure mediche erano, e sono tuttora, talmente alti che molta gente perdeva la casa o finiva in bancarotta per poter sostenere i costi.

Per fare un esempio concreto, quando andavo a scuola mi dovetti recare in ospedale per una appendicite. Appena arrivato, benchè non avessi tantissimo male, mi fecero subito una TAC e la sera stessa ci fu l’operazione. Dopo qualche settimana arrivò il conto 15mila dollari per l’operazione e 3mila dollari per la TAC. Fortunatamente, la questione fu risolta senza che dovetti pagare perchè avendo optato per una assicurazione presa attraverso la scuola, l’università si mise di mezzo e mi abbonarono l’importo.

Tuttavia a discapito dei costi, prima di Obama molte persone per mancanza di soldi ma anche per taccagneria decidevano di non assicurarsi anche perchè i premium assicurativi aumentano di anno in anno e magari si passa a pagare da 200$ al mese fino a a 300 o 400 in 10 anni.

Quando avevo 30 anni pagavo circa 250$ al mese ma col passare del tempo aumenta sempre di più dal momento che una persona più anziana ha più rischio di ammalarsi che una persona giovane.

Una cosa una molto importante dell’era pre-Obama e che le compagnie assicurative potevano rifiutarsi di assicurare una persona in caso avesse patologie preesistenti.
Ad esempio se una persona con il diabete che perdeva il lavoro voleva assicurarsi privatamente, con grande probabilità non avrebbe trovato una copertura, oppure avrebbe sostenere premium molto alti.

Anche la gravidanza, come se fosse una malattia, poteva portare a problemi simili. Infatti, mi ricordo della storia di una amica che decise di pagare il suo parto di tasca propria piuttosto che accettare i premium assicurativi perchè proprio non le sarebbe convenuto. Per un parto parliamo di cifre intorno ai 30mila dollari e per quello cesareo dai 50mila in su.

La sanità con dell’amministrazione Obama

Con l’arrivo alla Casa Bianca di Obama e dei Democratici una delle priorità fu proprio rivoluzionare il sistema assicurativo e sanitario per favorire soprattutto le classi più povere che non potevano avere una assicurazione medica. Questo non fu facile e non senza compromessi con i Repubblicani, ma si arrivò ad avere il Affordable Care Act (ACA) comunemente chiamato Obamacare.

Con questo decreto l’assicurazione divenne obbligatoria a tutti, anche se fece storcere il naso a molti, secondo eliminò la possibilità delle compagnie assicurative di rifiutare la copertura ad una persona con malattie preesistenti ed infine mise un fondo di aiuto per le persone povere o chi non raggiungeva un certo reddito.

Questa tabella mostra il massimo reddito (reddito lordo tolte le detrazioni e tasse) per avere gli aiuti di Obamacare.

Nucleo Familiare Reddito Minimo Reddito Massimo
1 $11,880 $47,520
2 $16,020 $64,080
3 $20,160 $80,640
4 $24,300 $97,200

Fonte nerdwallet.com

Questo fondo aiuta le persone povere, ma anche i ceti medi, infatti vi posso assicurare che, almeno in Florida, per una famiglia di 4 persone avere un reddito netto di 97mila dollari all’anno non è assolutamente poco.

C’è da dire che per le persone ancora più povere che non arrivano al reddito minimo c’era, e c’è ancora, un fondo di sostegno chiamato Medicaid ma le coperture sono molto scarse e non sono equiparabili alle assicurazioni ottenute con Obamacare o privatamente.

Per chi invece supera i 65 anni e va in pensione c’è la Medicare che aiuta i pensionati con delle assicurazione a prezzi ridotti.

La sanità dopo dell’amministrazione Obama e l’arrivo di Trump

Con l’arrivo della nuovo presidente Donald Trump e il partito Repubblicano, una delle priorità del presidente era di eliminare l’Obamacare, come peraltro la maggior parte delle leggi volute dai Democratici.

Il compito si rivelò più arduo del previsto e la Trumpcare non riuscì a passare. La nuova legge proponeva di abbassare i costi, che effettivamente erano aumentati con Obama, eliminare i fondi per i più poveri, ma soprattutto molti sostenevano che questa proposta avrebbe ridato potere alle assicurazioni sull’accettazione o rifiuto delle polizze per le persone con malattie preesistenti. Per tutti questi motivi anche repubblicani del calibro del senatore John McCain si schierarono contro e la proposta fu bocciata.

Problemi del sistema sanitario e assicurativo americano

Quindi dopo il fallimento della TrumpCare gli americani continuano ad utilizzare il servizio istituito da Obama, tuttavia è ancora lontano da essere perfetto.

Problemi principali delle polizze assicurative americane

  • Premium e deducibile alti
  • Tipi di assicurazione HMO o PPO
  • Confusione totale e assenza di dati alla mano

Il deducibile, o in italiano franchigia, è la massima spesa fatta dalla persona prima che l’assicurazione inizi a pagare.

Ad esempio nella mia polizza il deducibile è di 6.500$, quindi se dovessi andare in ospedale io pagherei fino a 6.500$ prima che l’assicurazione inizi a pagare qualcosa, ma anche in quel caso, l’assicurazione non pagherebbe al 100% ma solo a circa 70% o 80%. A questo punto entrerebbe in gioco il max out-of-pocket, cioè il massimo della spesa che io debba pagare di tasca mia, nel mio caso è circa 12.500$, e finalmente da quel punto in poi l’assicurazione dovrebbe pagare al 100%.

Tuttavia, non è sempre cosi, perchè innanzitutto bisogna vedere se il trattamento medico era coperto dall’assicurazione e poi ovviamente ci sono le fine prints, le clausole scritte in piccolo. Ad esempio, se una persona si è fatta male dopo aver fatto uso di sostanze stupefacenti, o guidava in stato di ebbrezza, o praticava sport estremi, in questi casi l’assicurazione si potrebbe rifiutare di coprire le spese. Anche spese di fertilità di solito non sono coperte dalle assicurazioni.

Però visite di routine, esami del sangue, anche visite specialistiche sono coperte per la maggior parte del costo, ma bisogna comunque versare un piccolo importo ogni volta che si va chiamato copay o copayment. Per il medico di famiglia, nel mio caso, è 25$, per uno specialista è 65$.

Inoltre bisogna sapere che il deducibile è inversamente proporzionale al premium, quindi più basso è il premium, più alto sarà il deducibile, di solito si tende ad avere un premium mensile basso, affidandosi alla fortuna di non dover avere nessun incidente o malattia grave. Tuttavia, non esiste nessuna assicurazione neanche pagano migliaia di dollari al mese che abbia un deducibile pari a zero e che copra il 100% delle spese.

In Germania, se non erro, pare sia proprio il modello perfetto a cui Obama si era ispirato. I cittadini comprano l’assicurazione e poi per qualsiasi cosa sono coperti al 100% e senza spendere altro. Personalmente a me non andrebbe male dover pagare una assicurazione e avere una copertura totale, forse anche meglio rispetto all’italia dove non si paga nulla ma poi le tasse sono più alte.

Altro problema del sistema americano sono la grande varietà di assicurazioni e condizioni. Ad esempio c’è la Health Maintenance Organization (HMO) che è una assicurazione di solito più economica ma permette di essere coperti solo in un network di medici e ospedali che partecipano al servizio. Inoltre, per qualsiasi visita specialistica bisogna passare dal medico di base. Mentre con la Preferred Provider Organization (PPO) si può andare da qualsiasi medico ma generalmente questa assicurazione è più costosa.

Poi a seconda del premium ci sono assicurazioni Bronzo, Argento, Oro e Platino con livelli di copertura sempre più buoni ma prezzi che superano anche i mille dollari a persona al mese.

Infine, per concludere c’è un assoluta confusione e mancanza di regole fisse, quindi andare dal dottore o soprattutto per fare interventi seri è come un terno al lotto in perdita. In quanto non si sà mai quando si andrà a pagare. Questo perché neanche gli ospedali sanno quanto l’assicurazione vorrà pagare e le assicurazione non possono essere contattate per chiedere gli esatti importi senza che la prestazione medica sia compiuta.

Il metodo migliore per ottenere una assicurazione buona è solamente essere assunti come dipendente da grandi società, perché le grandi compagnie riescono ad avere pacchetti assicurativi che non vengono proposti a cittadini in modo privato.

E questo è il sistema sanitario americano unico nel suo genere nella maggior parte dei paesi civilizzati del pianeta, ma sostenuto dalla maggior parte degli Americani. Quindi concludendo per chi volesse venire a vivere in America questo è uno dei punti fondamentali che deve tenere bene a mente.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo coi tuoi amici

Load More In Vivere in America

Facebook Comments

Promozioni Amazon



amazon music

Mete USA Insolite e Curiosità

Plugins Video / Youtube Consigliati

Effetti e Transizioni con FCP

Plugin per aiutarti con YouTube

Plugin per aiutarti con YouTube

Categories